Totentanz
L’idea della morte da Buffalmacco a Franz Liszt

Project Info

Project Description

Totentanz
L’idea della morte da Buffalmacco a Franz Liszt

Concerto per pianoforte
1 ottobre 2018
21.00 – 23.00
Auditorium, Camposanto Monumentale

 

Gallery

Credits Photo: Sidebloom / Rudy Pessina

 

Programma

21.00
Introduzione critico – filologica
Riccardo Risaliti, Imola (Italia)

21.30
Totentanz, Liszt
interpretato in versione per solo pianoforte da
Vincenzo Maltempo, Potenza (Italia)

 

Abtract:

Concerto per pianoforte con introduzione critico – filologica

Nell’impressione provata da Franz Liszt alla vista del celebre affresco nel Camposanto di Pisa i prodromi dell’escatologia cristiana del grande compositore romantico. Ovvero come un capolavoro visuale può riflettersi in una creazione musicale specifica: il Totentanz.

 

Curricula:

La personalità artistica di Vincenzo Maltempo trova un’importante collocazione nell’ampio e diversificato mondo musicale contemporaneo soprattutto grazie alle numerose incisioni discografiche e recital dedicati a Charles Valentin Alkan, di cui egli è considerato oggi uno dei più autorevoli interpreti e conoscitori al mondo. Ha inciso i lavori più importanti del compositore francese per l’etichetta ‘PianoClassics’; questo notevole lavoro ha attirato l’attenzione delle più rinomate riviste internazionali come Diapason, The Guardian, PianoNews, Gramophone e molte altre, in cui i suoi dischi ottengono le ambite ‘5 Stelle’.
Maltempo è uno dei pochissimi interpreti ad aver suonato l’intera raccolta dei mastodontici “Douze études dans toutes les tons mineurs” op. 39 di Alkan in un unico recital. Per la continua opera di riscoperta e promozione della musica di Alkan è stato nominato membro onorario della “Alkan Society” di Londra. Nonostante la giovane età, la sua discografia, è ricchissima e molto orientata al virtuosismo assoluto con esecuzione di opere di altissima difficoltà  tecnica e interpretativa: cinque CD con opere di Alkan;  due CD dedicati a F.Liszt per Gramola e  Piano Classics; a Robert Schumann  un cd per Piano Classics; un doppio CD Brilliant Classics con il violinista Carmelo Andriani; un’ importante incisione dei 12 Studi Trascendentali  di S. Lyapunov per Piano Classics. Ancora per la Piano Classics un doppio CD con i due Concerti per Pianoforte e Orchestra di J. Brahms, con la Mitteleuropa Orchestra diretta da Marco Guidarini. Si  esibisce nei più importanti festival e teatri d’Europa. Tiene Masterclasses ed è invitato come membro di giuria in Concorsi Nazionali ed Internazionali. Studia con Salvatore Orlando, pianista e insegnante, allievo di Sergio Fiorentino, e successivamente con Riccardo Risaliti presso l’Accademia pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, dove ha la possibilità di frequentare masterclass con pianisti come V. Ashkenazy, O. Marshev, R. Levin, Z. Kocsis e altri. Attualmente è docente di Pianoforte principale presso il Conservatorio “Gesualdo da Venosa”, di Potenza.

 

Riccardo Risaliti  Personalità di rilievo nel mondo pianistico italiano, Riccardo Risaliti svolge da anni una molteplice attività, come concertista, come docente, come studioso dell’interpretazione e della storia del pianoforte, come critico, come operatore musicale, come revisore di testi pianistici. Ha svolto studi musicali al conservatorio di Firenze con Rio Nardi e Luigi Dallapiccola. Vincitore di vari premi nazionali e internazionali, ha suonato come solista e a fianco di illustri strumentisti, cantanti e complessi cameristici. È stato titolare di cattedra al conservatorio di Pesaro e al conservatorio di Milano. Fin dalla sua fondazione è docente all’Accademia Pianistica di Imola. Ha tenuto corsi e seminari di interpretazione al Festival delle Nazioni di Città di Castello, al Mozarteum di Salisburgo, a Ca’ Zenobio in Treviso, e in vari conservatori in Italia e all’estero. E’ spesso invitato nella giuria di concorsi pianistici internazionali.