Costruiamo piccole macchine sceniche

11 Set 2017
09:30 - 19:00
Stazione Leopolda

Costruiamo piccole macchine sceniche

Laboratori di manipolazione – Ingresso a pagamento su prenotazione (prenota qui)

Vengono proposti due laboratori, uno la scuola primaria e uno per la scuola secondaria.

I laboratori verranno condotti da due operatori de la Mirabilis Teatro societas.

Laboratorio per bambini della scuola primaria – dalle ore 9.30 alle 12.00 con una pausa di 15/30 minuti.

All’interno di un contenitore di legno (70x40x40) elaborazione con carta, legno, corde, di elementi presenti nel nostro cielo, quali nuvole, pianeti, sole, luna, ecc., in movimento.

Laboratorio per ragazzi della scuola secondaria di primo grado – dalle ore 15.30 alle 19.00 con una pausa di 30 minuti.

All’interno di contenitori (80x60x60) elaborazione di figure mitologiche quali Apollo e il suo carro, Giove ed Europa, in movimento nel cielo popolato di nuvole, pianeti, sole, luna, etc.

Un lavoro di rivisitazione degli “intermezzi”, brevi parentesi di spettacolo mirabile con macchine sceniche in movimento, tra un atto e l’altro di opere classiche, come la Mandragola, proposte nelle corti delle Signorie di Firenze nel ‘400 e ‘500.

Il numero dei partecipanti ad ogni laboratorio non dovrà essere minore di 10 né maggiore di 20 e saranno suddivisi in gruppi di 4 o 5 unità.

La visita alla mostra Artes Mechanicae (allestita presso il Palazzo Lanfranchi e visitabile a partire dal 9 settembre) di bambini e ragazzi lascia in loro certamente un’emozione forte, vedere quei semplici ingranaggi che con la forza impressa dall’uomo stesso aprono cieli da cui scendono e salgono angeli, sono attraversati da carri sormontati da divinità antiche, da ippogrifi che continuano a galoppare sospesi dalle loro ali. Sembra loro di essere dentro un fantastico giuoco, un giuoco creativo che stimola il desiderio di entrarci dentro, di far parte del racconto che quelle macchine stanno a narrare. Il tempo sembra essere sospeso tra il passato dei grandi architetti del Rinascimento e il presente nostro. Quale cosa migliore per questi giovani visitatori, conosciuti i piccoli segreti che animano quei modelli di macchine sceniche, divenire loro stessi artefici del giuoco e pensare ad una storia e dare ad essa un corpo che, muovendosi nello spazio, quella storia inizi a narrare.

E’ così che nasce l’idea di un laboratorio per la progettazione e realizzazione di piccole macchine sceniche per bambini della scuola primaria e ragazzi della scuola secondaria di primo grado.

Il giuoco richiede condivisione, la narrazione teatrale è affidata in ruoli a più persone, al contrario della realtà di oggi basata sul ruolo e piacere individuale. I partecipanti ai laboratori saranno così aiutati a dividersi in gruppi e ogni gruppo condividere l’idea, abbozzare il progetto e realizzare il manufatto scenico.